TEATRO - Teatro delle Bambole “False Hamlet”, come destreggiarsi nella finzione, come percepire la realtà. Amleto ed Ofelia si ritrovano faccia a faccia in una stanza, una zona franca, dove si dicono tutto quello che pensano l’uno dell’altra. Una sorta di “sfogo”, un continuo recriminare ma anche il monologo d’un fiume in piena dell’una e dell’altra persona,cercando sotto i tappeti, la fine del loro amore. Alcuni frammenti del testo originario, faranno da contraltare alla spudorata finzione della realtà, in una traduzione che più che la parola riguarda l’anima.
TEATRO - Teatro delle Bambole “False Hamlet”, come destreggiarsi nella finzione, come percepire la realtà. Amleto ed Ofelia si ritrovano faccia a faccia in una stanza, una zona franca, dove si dicono tutto quello che pensano l’uno dell’altra. Una sorta di “sfogo”, un continuo recriminare ma anche il monologo d’un fiume in piena dell’una e dell’altra persona,cercando sotto i tappeti, la fine del loro amore. Alcuni frammenti del testo originario, faranno da contraltare alla spudorata finzione della realtà, in una traduzione che più che la parola riguarda l’anima.