Regia: Maristella Martella Coreografie: Maristella Martella Danza: Maristella Martella Musica: Gabriele Panico Anno: 2018 cRéTa è un concerto coreografico e una coreografia musicale della danzatrice e coreografa Maristella Martella e del musicista e compositore Gabriele Panico. Cosi come la creta, assorbendo l’acqua, diventa modellabile, trasformabile, mutabile, così il movimento corporeo e sonoro, in equilibrio tra pieno e vuoto, tra tensione e distensione, è in continua trasformazione. cRéTa Un’ incessante transizione di forme. Il movimento si ascolta, il suono si vede, l’immagine si tocca. Creare nuovi paesaggi interiori ed esteriori, che sollecitano nuove sensazioni interne ed esterne. Un insieme di movimenti ed armonie possibili creano un tessuto musicale e coreografico che si compone e si scompone ogni volta. Linguaggi che si intrecciano come il filo di trama tra i fili dell’ordito, per creare un nuovo tessuto e un nuovo intreccio di linguaggi contemporanei a partire dai campionamenti di alcuni brani, voci e passi tradizionali. cRéTa Abbracciare il contemporaneo a partire dalle voci e dai gesti delle donne antiche. La musicalità del movimento e la fisicità del suono mirano ad espandere e far esplodere i gesti in una trance ritmica e coreutica che conduce lo spettatore nella ritualità propria delle danze mediterranee. {Tracce – Segmenti} musicali si susseguono, disposti parallelamente sulla tela e la danza come il filo di Arianna che tesse la trama, trasversalmente, per formare l’intreccio e raccontare una storia, tante storie. Le traiettorie musicali in cRéTa raccordano voci arcaiche e ritmiche da differenti latitudini. Gli affascinanti trattamenti elettronici dal vivo consentono una fusione con le coreografie, cercando costantemente un dialogo tra gli approdi sonori contemporanei e la teatralità della danza etno-contemporanea.
Maristella MARTELLA danzatrice e coreografa. Fonda a Bologna nel 2001 con Eugenio Bennato una delle prime scuole di tarantella in Italia. Dal 2003 organizza e partecipa a residenze artistiche e didattiche in Tunisia, Marocco, Francia, Italia. Tiene stabilmente atelier di danza teatrale nelle scuole professionali di danza a Roma, a Rovereto, a Parigi e a Lecce, dove ha una sede stabile. Coreografa della Compagnia Tarantarte, con la quale attualmente è impegnata nelle ultime produzioni, “Passo a Sud” e “Kore Ensemble”. E’ danzatrice solista del Festival La Notte della Taranta dal 2006, coreografa delle danze del concerto finale nelle edizioni dirette dai maestri Ludovico Einaudi, Goran Bregovic e Giovanni Sollima.
Regia: Maristella Martella Coreografie: Maristella Martella Danza: Maristella Martella Musica: Gabriele Panico Anno: 2018 cRéTa è un concerto coreografico e una coreografia musicale della danzatrice e coreografa Maristella Martella e del musicista e compositore Gabriele Panico. Cosi come la creta, assorbendo l’acqua, diventa modellabile, trasformabile, mutabile, così il movimento corporeo e sonoro, in equilibrio tra pieno e vuoto, tra tensione e distensione, è in continua trasformazione. cRéTa Un’ incessante transizione di forme. Il movimento si ascolta, il suono si vede, l’immagine si tocca. Creare nuovi paesaggi interiori ed esteriori, che sollecitano nuove sensazioni interne ed esterne. Un insieme di movimenti ed armonie possibili creano un tessuto musicale e coreografico che si compone e si scompone ogni volta. Linguaggi che si intrecciano come il filo di trama tra i fili dell’ordito, per creare un nuovo tessuto e un nuovo intreccio di linguaggi contemporanei a partire dai campionamenti di alcuni brani, voci e passi tradizionali. cRéTa Abbracciare il contemporaneo a partire dalle voci e dai gesti delle donne antiche. La musicalità del movimento e la fisicità del suono mirano ad espandere e far esplodere i gesti in una trance ritmica e coreutica che conduce lo spettatore nella ritualità propria delle danze mediterranee. {Tracce – Segmenti} musicali si susseguono, disposti parallelamente sulla tela e la danza come il filo di Arianna che tesse la trama, trasversalmente, per formare l’intreccio e raccontare una storia, tante storie. Le traiettorie musicali in cRéTa raccordano voci arcaiche e ritmiche da differenti latitudini. Gli affascinanti trattamenti elettronici dal vivo consentono una fusione con le coreografie, cercando costantemente un dialogo tra gli approdi sonori contemporanei e la teatralità della danza etno-contemporanea.
Maristella MARTELLA danzatrice e coreografa. Fonda a Bologna nel 2001 con Eugenio Bennato una delle prime scuole di tarantella in Italia. Dal 2003 organizza e partecipa a residenze artistiche e didattiche in Tunisia, Marocco, Francia, Italia. Tiene stabilmente atelier di danza teatrale nelle scuole professionali di danza a Roma, a Rovereto, a Parigi e a Lecce, dove ha una sede stabile. Coreografa della Compagnia Tarantarte, con la quale attualmente è impegnata nelle ultime produzioni, “Passo a Sud” e “Kore Ensemble”. E’ danzatrice solista del Festival La Notte della Taranta dal 2006, coreografa delle danze del concerto finale nelle edizioni dirette dai maestri Ludovico Einaudi, Goran Bregovic e Giovanni Sollima.