attivo dal 20 luglio 2014
Lezione/spettacolo sul Risorgimento italiano con esposizione in forma teatrale di documenti originali datati 1840 – 1890. Nelle Confessioni di un Settentrionale, si dà voce ai grandi fondatori della patria (regolarmente settentrionali) che ‘a microfoni spenti’ confessano le loro reali ambizioni. Una vera e propria esposizione di una serie di documenti, rigorosamente datati fra il 1840 e il 1890. Lettere, scritti privati, poetiche e dichiarazioni parlamentari di personaggi quali Bixio, Nievo, Cavour, Garibaldi, Abba, Saffi e altri protagonisti che la storia ha consacrato come eroi e liberatori appartenenti ormai alla leggenda della nostra nazione. Va chiarito l’intento dell’operazione che non vuole essere una restaurazione della monarchia precedente o condanna della monarchia successiva. Piuttosto la volontà di una chiarezza storica mirata a una vera unificazione, con la convinzione che un’Italia veramente unita potrebbe nuovamente portare quell’esempio di civiltà che il mondo ha apprezzato per secoli, o meglio, fino al 1861.
attivo dal 20 luglio 2014