Il Miracolo

Il Miracolo

IL MIRACOLO, nasce quasi come uno sfogo. Lo sfogo di un attore di teatro, uno che sin da giovane ha sognato, inseguito e perseguito questa “cosa”, questo ideale romantico in quanto, sostanzialmente, fine a sé stesso, del “fare teatro”, di essere un teatrante, di fare di questa passione, questa necessità, il proprio mestiere. Vivere in teatro, per il teatro, vivere di teatro (camparci è una parola grossa) almeno riuscirci a pagare le bollette ogni tanto, poco di più.

Due attori, occupano lo stesso spazio, forse controvoglia. Una scena vuota o quasi. Si parte “in buio”. L’attore si presenta come un sopravvissuto. Uno che ad un certo punto non sa più dov’è, non sa più chi è. Un Pagliaccio, uno che “deve” andare in scena per divertire altri, per rimediarci qualche soldo. la sua Nemesi, lo osserva, cerca anche lei il suo spazio in scena o meglio in controscena.

Un attore ha bisogno di un copione, un testo da rappresentare. Ma il testo non c’è più, o meglio, c’è ma qualcuno ci ha scarabocchiato sopra e non è più leggibile. Continua ad andare avanti e indietro, fra buio e luce alla ricerca di una verità, alla ricerca di un pubblico. Ma questa verità non si trova e allora bisogna inventarsela e magari camuffarla (nel senso più losco del termine) ma ormai di “vero” c’è rimasto ben poco. Forse in buio c’è rimasto qualcosa, ma bisogna andare in buio. Mostrarsi sempre all’altezza, sempre sicuro, aver sempre qualcosa da dire.

Questo nell’opera di Nicola Eboli, autore e già attore di formazione con Beatrice Bracco, con metodo Stanislavskij-Strasberg, a Roma, esibitosi in Italia, Svizzera e U.S.A.

Data

12 Agosto 2018

ore 21:00

Luogo

Masseria San Nicola

S.P. per Gioia del Colle

Putignano (BA)

Prenotazioni

+39 3331776789

admoveo@formediterre

Project details