ENEIDE

ENEIDE

 

L’ENEIDE è uno spettacolo itinerante, strutturato in 12 scene attive in contemporanea e si ripeteranno generando uno spettatore attivo e dinamico che, per visionare l’intera rappresentazione, dovrà spostarsi nei diversi spazi individuati.

Nel 31 a.C., con la vittoria della flotta di Ottaviano sulle navi di Antonio e Cleopatra, si svolge l’ultimo atto di una serie di scontri civili che sconvolsero Roma. Ora bisognava pacificare e unire.

E così Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto, decide di attuare una sorta di riforma culturale per ridurre a progressiva armonia un mondo spaccato dalle rivalità (ma anche a santificare la romanità augustea). L’Eneide è un inno alla pace e alla convivenza fra i popoli. La sua violenza è continuamente condannata dai suoi eroi. Virgilio (nato a Mantova, morto a Brindisi e seppellito a Napoli) è stato un uomo che ha sofferto l’angoscia del suo tempo tentando di risolverla o almeno di superarla in una sintesi poetica. L’attualità del testo, a oltre 20 secoli di distanza, è sconvolgente. La supplica “vogliamo vivere in pace, accolti nelle vostre case come fratelli” che la stirpe troiana rivolge agli italici, rimane ancora tale in questo periodo storico dove il “tutti contro tutti” sembra essere l’imperativo del quotidiano.

La messa in scena realizzata dagli studenti del MuDi, punta a un dialogo diretto col singolo spettatore, il quale non avrà un ordine delle scene o un tempo definito. E l’assistere alle scene sarà affidato quasi unicamente al Fato.

Le Date

  • 23 GIUGNO 2017 – Putignano
  • 24 GIUGNO 2017 – Capurso
  • 30 GIUGNO 2017 – Leporano
  • 1 LUGLIO 2017 – Polignano a Mare
  • 15 SETTEMBRE 2017 – Taranto
  • 16 SETTEMBRE 2017 – Gioia del Colle

regia e formazione: ANTONIO MINELLI

con: NISO E EURIALO: Alessandro Accettura, Erwin Bianco – ITALIA: Françoise Preira – AMATA: Marilena Laera – ANCHISE: Fabio Tuzzi – SIBILLA: Maria Pina Guerra, Francesca Tansella – IL FATO: Giampiero Caldi, Angelo Detomaso, Vittorio Goffredo, Lucia Maienza, Annamaria Ambriola

ORATORI: Teresa Calaprice, Lucia Casulli, Nico Cecere, Adriana L’Abbate, Antonella Falcioni, Francesca Greco, Pasqua Mallardi, Nicoletta Mastrolonardo, Grazia Sportelli – SACERDOTI: Vito Laricchia, Angelo Mosca, Sebastiano Quiete – URANO E LE FURIE: Beppe Stallone, Antoniella Fanelli, Pina Laterza, Maria Tagliavanti, Giulia Tagliente – GLI INFERI: Cesira Cellamaro, Simona Cipollaro, Alfonso Forte, Raffaela Franco, Francesca Paola Simon – GLI DEI: Fabrizia Nastasi, Giovanna Spinelli, Gianni Sportelli – DIRETTORI DI SCENA: Mario Carella, Alessia Carrieri, Alice Minutillo – NARRAZIONE VISIVA con le opere di Carlo Fusca